giovedì 25 novembre 2010

Ascoltare il silenzio della notte


Questa notte ascolterò il silenzio.

Quando ascoltiamo il silenzio entriamo in contatto con la parte più profonda del nostro spazio interiore.

Oggi viviamo nell'incapacità di rimanere in silenzio.

Le persone accendono i loro televisori per non sentirsi soli.

Abbiamo necessità di contatto, di parole e di suoni.

Combattiamo la nostra solitudine, l'angoscia, con il rumore ma sappiamo che non è la cura giusta ai nostri mali.

Non possiamo sperare di vincere la tristezza senza affrontarla.

Quando rimaniamo in silenzio scegliamo di affrontare le emozioni che ci turbano.

Scegliamo di dare la parola alle nostre paure.

Non possiamo sperare di superare le nostre insicurezze sommergendole con il frastuono.

Ma decidere di rimanere in silenzio non vuol dire solo eliminare il rumore, significa anche sospendere il proprio colloquio interiore. Far tacere quella voce sempre presente dentro di noi che ci dice cosa è giusto e cosa è sbagliato, cosa è bello e cosa è brutto, cosa va bene e coa no!

Quando riusciamo a far tacere tutto, attorno e dentro di noi, ci avviciniamo alla perfezione e viviamo la nostra vera natura.

Quindi questa notte...........ascoltiamo il silenzio e conosceremo la nostra vera essenza.

Nessun commento:

Posta un commento